MEDIA
Wärtsilä in Italia

Wärtsilä: “Il Valore della Diversità nell’Impresa”

  • Comunicato stampa locale
08 marzo 2016 at 14:00 E. Europe Standard Time

Se ne parla in occasione della “Giornata Internazionale della Donna” presso l’Auditorium di Wärtsilä Italia

8 marzo 2016 – Confrontarsi su alcuni aspetti della Diversità e stimolare il superamento delle barriere culturali sulla presenza femminile in ruoli prettamente tecnici”: è questo l’obiettivo della Tavola Rotonda organizzata da Wärtsilä dal titolo “Il VALORE della DIVERSITÀ nell’Impresa – Profili professionali di donne e uomini – esperienze a confronto” che si è tenuta questa mattina presso l’Auditorium della sede di Trieste di Wärtsilä Italia.

L’incontro si inserisce all’interno del programma Diversity di Wärtsilä Italia anche alla luce dei primi risultati raggiunti in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità del Comune di Trieste e gli istituti tecnici “Nautico” e “A.Volta”; il protocollo siglato nelle scorse settimane ha lo scopo di facilitare l’avvicinamento e la formazione di studentesse provenienti dalle scuole superiori attraverso stage estivi presso l’azienda leader al mondo per la produzione di energia in ambito marino e terrestre.

“L’Azienda ha in piedi un programma articolato che interessa il tema della Diversità e quella di genere è sicuramente la più interessante; la tavola rotonda in occasione della Giornata Internazionale della Donna vuole essere una iniziativa per confrontarci sul tema con testimonianze di successo lavorativo che siano di esempio; - dichiara Raffele Ferrio, HR Director di Wärtsilä Italia – Il protocollo siglato recentemente insieme alla Commissione Pari Opportunità di Trieste e a due importanti scuole tecniche del territorio, ha l’obiettivo di sviluppare una strategia di avvicinamento delle risorse femminili alla nostra realtà”.

Ornella Urpis, Presidente della Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Trieste ha aperto la tavola rotonda spiegando come in Italia la formazione tecnica sia ancora dominata da una cultura di genere che porta le ragazze verso percorsi formativi più vicini alle scienze umane, “Gli obiettivi fondamentali che perseguiamo sono due intimamente connessi fra loro: favorire l'inserimento professionale delle ragazze nel mondo del mare e del volo e rendere così sempre più attrattivi i percorsi della formazione tecnica. Sin dalla sua nascita il progetto ha visto la collaborazione proficua fra le aziende del territorio e l'Istituto Nautico e il Volta. Già nell'estate 2014, quattro ex allieve diplomate del Nautico hanno avuto l'opportunità di partecipare ad altrettanti tirocini formativi presso Ocean S.r.l e due di esse hanno ottenuto un contratto di lavoro a tempo determinato”.

Alla tavola rotonda sono intervenute imprenditrici e professioniste con profili tecnici in ambiti diversi, come Serena Zacchigna – Group Leader dell’International Centre for Genetic Engineering and Biotech, che ha suggerito “Il segreto può essere quello di trasformare la diversità in opportunità, valorizzare le differenze che fisiologicamente distinguono l’organismo femminile da quello maschile e ed esaltare quelle capacità che a noi donne riescono più facili, ad esempio la manualità fine, il lavoro minuzioso e la mentalità di tipo analitico. Nella mia esperienza la collaborazione con persone diverse da me, per sesso piuttosto che per formazione o carattere, ha consentito di raggiungere traguardi e creare una progettualità che da sola non avrei potuto nemmeno immaginare”.

Ha discusso di Diversity anche Barbara Codan – Co-Founder e CEO di GeniusChoice che ha affermato “Il mondo delle startup non ha genere: quello che conta è l’idea e questa vale a prescindere dal fatto che a pensarla sia stata una donna o un uomo. La difficoltà non è tanto nell’essere donna ma nel presentare e realizzare il progetto. Ho una formazione tecnico-scientifica, che integrato con un ulteriore specializzazione nelle competenze business e tutto ciò mi ha fornito gli strumenti per sviluppare GeniusChoice. Al giorno d’oggi le istituzioni offrono molte opportunità per le donne che vogliono fare azienda. Esistono bandi, concorsi e agevolazioni dedicati alle imprese femminili, ma tante donne devono ancora accettare il fatto che possono essere imprenditrici”.

Hanno preso parte alla tavola rotonda anche Carlo Pestelli - Manager, Noise & Vibration e Paola Machetta – Laboratory Investigation Manager di Wärtsilä Italia, che ha moderato l’incontro.

© 2020 Wärtsilä